24
ott
26 ott
“Non è mai troppo tardi..”: Dario Vergassola prende lezioni da esperti e volti noti della cultura. Al via la rassegna alla Mediateca Regionale Ligure
Dettagli
Inizio: 24/10/2019
Fine: 26/10/2019
Categorie: Evento - Rassegna
Luogo
Nome: Mediateca Regionale Ligure
Indirizzo: Via Firenze, 33, 19122 La Spezia SP, Italia

Da giovedì 24 ottobre a sabato 26 ottobre, alla Mediateca Regionale Ligure Sergio Fregoso di via Firenze 37, alla Spezia, Vergassola, nei panni del ‘ripetente-intervistatore’, prenderà lezioni di Storia, Sport, Scrittura e Poesia da illustri docenti che guideranno i partecipanti in un viaggio alla scoperta dei segreti delle materie in cui sono esperti.

Si parte giovedì 24 ottobre alle ore 18.30 con la lezione di Storia a cura di Valerio Massimo Manfredi, storico, archeologo, divulgatore e scrittore.

Si prosegue venerdì 25 ottobre con due appuntamenti: alle ore 18.30 con la lezione di Sport, soprattutto di Calcio, tenuta da Fabio Caressa, giornalista sportivo e conduttore televisivo; a seguire, alle 21.15, Vergassola andrà a lezioni di Scrittura da Maurizio De Giovanni, scrittore, sceneggiatore e drammaturgo, autore di romanzi gialli.

La rassegna si concluderà sabato 26 ottobre, alle 18.30, con lezione di Poesia, tenuta da Guido Catalano, poeta e scrittore.

 

 

VALERIO MASSIMO MANFREDI

Valerio Massimo Manfredi è uno scrittore, storico, archeologo, sceneggiatore, conduttore televisivo e accademico italiano. Si è laureato in Lettere classiche all’Università di Bologna ed ha una specializzazione in Topografia del mondo antico all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha insegnato nella stessa università, all’Università Ca’ Foscari Venezia, alla Loyola University Chicago, all’École pratique des hautes études della Sorbona di Parigi e alla Bocconi di Milano. Ha pubblicato molti articoli e saggi e ha scritto note opere di narrativa – soprattutto romanzi storici – tradotte in tutto il mondo. È autore di soggetti e sceneggiature per il cinema e la televisione, collabora come antichista e come giornalista scientifico a Il Messaggero e Panorama, come giornalista per Archeo, Focus, Airone ed altre riviste del settore. Il 9 settembre 2016 esce il romanzo ‘Teutoburgo’. Dal novembre del 2016 è conduttore di Argo, serie di documentari prodotti dalla Rai per il canale televisivo Rai Storia.

 

FABIO CARESSA

Fabio Caressa è un giornalista, commentatore televisivo e conduttore televisivo italiano. Inizia a lavorare in televisione nel 1986 per Canale 66, emittente locale romana legata a TeleRoma. Negli anni seguenti, durante il corso di laurea in Scienze politiche alla Luiss, si diploma in Public Speaking alla Ucla (1988) ed in lingua spagnola all’Università di Salamanca (1990), cominciando a seguire per diverse emittenti radiofoniche la Lazio e la Roma nelle partite in trasferta. Diventa giornalista professionista nel 1994. Insieme a Beppe Bergomi forma una delle più celebri coppie di telecronisti di Sky Sport. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e in ambito extrasportivo ha condotto assieme ad Elena Di Cioccio ‘Stracult Show’ su Rai 2. Ha ricommentato per Italia-Germania 4-3 alcune delle partite storiche dei mondiali di calcio. Ha seguito da inviato il campionato del mondo 1994 e da inviato e telecronista quelli del 2006, del 2010 e del 2014. È sposato con la giornalista Benedetta Parodi. Nel 2010 conduce, su Discovery Channel, la rubrica calcistica Com’è fatto il calcio, in cui, con l’aiuto del professore di biofisica Nicola Ludwig, spiega scientificamente il gioco del calcio. Dal 25 agosto 2012 conduce Deejay Football Club su Radio Deejay insieme ad Ivan Zazzaroni. Dal 2016 è uno dei condirettori di Sky Sport con delega al programma Sky Calcio Club.

 

MAURIZIO DE GIOVANNI

Maurizio de Giovanni è uno scrittore, sceneggiatore e drammaturgo italiano, autore perlopiù di romanzi gialli. È nato nel 1958 a Napoli, dove vive e lavora. Nel 2005 partecipa a un concorso riservato a giallisti emergenti indetto da Porsche Italia presso il Gran Caffè Gambrinus, ideando un racconto ambientato nella Napoli degli anni trenta intitolato ‘I vivi e i morti’, con protagonista il commissario Ricciardi. Il racconto è la base di un romanzo edito da Graus Editore nel 2006, ‘Le lacrime del pagliaccio’, poi riedito l’anno successivo con il titolo Il senso del dolore: ha così inizio la serie di inchieste del Commissario Ricciardi. Nel 2013 torna in libreria con il romanzo ‘I bastardi di Pizzofalcone’, segnando la transizione del personaggio dal genere noir al police procedural. Non molto tempo dopo De Giovanni dà alle stampe ‘Buio per i bastardi di Pizzofalcone’. Nel 2014 esce in libreria l’antologia intitolata ‘Le mani insanguinate’, una raccolta di quindici tra i suoi migliori racconti noir. Esce a luglio 2014 ‘In fondo al tuo cuore’, sempre per Einaudi, nuovo romanzo del commissario Ricciardi e nello stesso anno ‘Gelo per i bastardi di Pizzofalcone’, un nuovo racconto incentrato sulla squadra dell’Ispettore Lojacono. Nel luglio 2015 esce ‘Anime di vetro. Falene per il commissario Ricciardi’ e l’anno successivo ‘Serenata senza nome. Notturno per il commissario Ricciardi’. Nel dicembre 2016 esce ‘Pane per i bastardi di Pizzofalcone’. È del 2017 la pubblicazione del primo di una nuova trilogia di libri di genere mistery chiamata ‘I guardiani’. Fa parte del gruppo di scrittori che conducono il laboratorio di scrittura con i ragazzi reclusi nell’Istituto Penale Minorile di Nisida.

 

GUIDO CATALANO

Guido Catalano è uno scrittore e poeta italiano. Scrive per ‘Il Corriere della Sera Torino’ e collabora con ‘Smemoranda’. Nasce e vive da sempre a Torino, città alla quale risulta essere fortemente legato. Inizia a scrivere durante gli anni del liceo. Frequenta il liceo classico ma manifesta problemi d’apprendimento, tanto da venire bocciato in quarta ginnasio. A 17 anni è il frontman dei Pikkia Froid, band rock-demenziale, per la quale scrive i testi delle canzoni. Quando la band si scioglie, inizia a leggere i testi delle canzoni in giro, scoprendo che ‘assomigliavano a poesie’. Finito il liceo, si iscrive a Lettere Moderne all’università. Prima di diventare poeta di professione, intraprende i lavori più disparati: correttore di bozze per Einaudi, portiere di un residence, pozzettista. Nel 2000 pubblica la sua prima raccolta (‘I cani hanno sempre ragione’); nel 2005 apre il suo blog, che farà la sua fortuna insieme ai social network, ai reading e ai poetry slam. Nel 2016 pubblica il suo primo romanzo, ‘D’amore si muore ma io no’, parzialmente autobiografico.